Ako Izumi

Ako Izumi (和泉 亜子, Ako Izumi) è uno dei personaggi che fanno parte del manga Negima: Magister Negi Magi.

Personaggio

Ako è una timida ed atletica ragazza che fa parte del club di calcio femminile della scuola e che lavora come assistente all'infermeria dell'Istituto Femminile Mahora, ragione per cui la si vede talvolta indossare l'uniforme da infermiera. Ha una grande cicatrice di origine ignota sulla schiena, ed è inoltre l'unica ragazza della 3° A ad indossare i reggicalze sotto l'uniforme scolastica. È grande amica di Makie Sasaki (studentessa N° 16), Akira Ōkōchi (studentessa N° 6) e di Yūna Akashi (studentessa N° 2), anche loro membri dei club sportivi. Inoltre, Ako è anche la responsabile del club maschile di calcio.

Come accennato nel capitolo 62 del manga, ha un fratello maggiore. È una buona chitarrista e membro del gruppo pop della 3° A insieme a Madoka Kugimiya (studentessa N° 11), Misa Kakizaki (studentessa N° 7) e Sakurako Shiina (studentessa N° 17).

Nel manga, si infatua di Negi in versione "adolescente" e lo invita al concerto del secondo giorno del festival scolastico del Mahora Gakuen, insieme a Kugimiya e Kotarou, quest'ultimo a sua volta in versione "adolescente". Anche lei seguirà Negi nella sua terra natia e finisce sperduta nel mondo magico; qui verrà fatta schiava e spesso maltrattata da uno dei superiori. In uno di questi casi venne salvata dal Nagi(ovvero il Negi adolescente, ma lei lo ignora) e scoprirà pian piano di essere davvero innamorata di lui. Ako scoprirà casualmente che il suo amato Nagi è in realtà Negi (uno dei superiori della ragazza, Tosaka, aveva scoperto la vera identità di Negi, e minacciava di consegnarlo alle autorità in quanto ricercato) restandone scioccata. Ma poi accetterà il fatto (e salverà Negi dal ricatto di Tosaka) confessando a Negi il suo amore prima dell'incontro con Rakan. Dopo il tornero, sarà proprio Negi a liberarla togliendole il collare da schiava.


103208-ako 7 super.jpg

Nell'anime, dopo il Pactio con Negi nell'episodio 26, la vediamo con l'uniforme da infermiera e un'enorme siringa, pronta a "punzecchiare" i cattivi della situazione.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.