MITHRIL Arm Slaves.jpg

Gli Arm Slave sono mecha immaginari presenti nei light novel, nei manga e nelle serie anime di Full Metal Panic!. Questi enormi robot sono principalmente utilizzati dalle Forze Armate nell'universo di Full Metal Panic!, soprattutto dalla Mithril e dall'Amàlgam.

Panoramica[modifica | modifica sorgente]

Il termine "Arm Slave" è la forma abbreviata di Armored Mobile Master-Slave System. Essi sono in gran parte costituiti da esoscheletri dalle sembianze umane che operano in un sistema semi-master-slave. Sviluppato nei primi anni del 1980 sotto l'amministrazione Reagan, l'altezza media di un Arm Slave (o abbreviato in AS) è di 8-10 metri. Questo pone che la struttura sia la più piccola in termini di dimensione in Meccatronica. Le dimensioni di un Arm Slave, come indicato nel anime è di circa 15-18 metri, in conflitto con le cifre indicate nel romanzo.

Si tratta di uno dei risultati della somma di tanti pezzi diversi della Black Technology. In un certo senso, si può affermare che tutte le "tecnologie nere" sono state create in questo universo immaginario per razionalizzare l'esistenza di queste macchine umanoidi da combattimento.

Nella prima serie, sono prodotte e utilizzate dalla maggioranza delle forze armate del Primo Mondo rivoluzionando il significato del termine Fanteria meccanizzata. Le nazioni confermate alla produzione di unità Arm Slave sono USA, Germania, USSR, Francia, e Giappone. La più avanzata di queste unità è utilizzata da un'organizzazione terroristica sconosciuta, Amalgam, e l'elite di mercenari per la lotta contro il terrorismo è gestita da un'organizzazione di nome Mithril, in cui i principali membri sono Sousuke Sagara, Kurz Weber, e Melissa Mao, tutti piloti di Arm Slave.

All'interno di Full Metal Panic![modifica | modifica sorgente]

Gli Arm Slave occupano una posizione culturale simile ai moderni combattimenti degli aerei a reazione. Nomi e informazioni di carattere generale sono ben pubblicizzate e sono una questione record di ordine pubblico. Come nei combattimenti tra aerei, le capacità e le specifiche dettagliate sono tenute classificate. L'Arm Slave, tuttavia, ha catturato l'immaginazione popolare, e anche le unità molto avanzate come lo XM9 (M9) Gernsback sono riconosciute dai civili attraverso i media.

Va notato che gli Arm Slave del blocco orientale hanno avuto rapporti con la NATO, molto simile alla vita reale di aeromobili e di sistemi missilistici. Il nome dato agli Arm Slaves sovietici, Shamrock, Savage, e Shadow indica che sono designati co la lettera "S". Questa lettera è condivisa con missili anticarro e missili faccia a faccia.

Il dialogo nel 1º episodio della serie anime, indica che riviste periodiche sono pubblicate sugli Arm Slave: riviste che contengono informazioni dettagliate utili anche per i piloti specialisti. Queste riviste di Arm Slave sono considerate come equivalenti alla rivista di aerei da combattimento pubblicata da Ian Allan Publishing e Jane's Fighting Ships pubblicata da Jane's Information Group.

Queste riviste vengono acquistate regolarmente da personaggi come Shinji Kazama, ma le pubblicazioni, come i loro omologhi del mondo reale sono prodotti specializzati di nicchia, con un limitato ricorso al mercato di massa.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'Arm Slave è uno sviluppo dell'Amministrazione Reagan come ricerca di un'iniziativa di Difesa Strategica in "tute di potenza" (esoscheletri) adatta per aumentare le capacità di combattimento dei soldati di terra. Chiamata XM3, la prima "tuta di potenza" non era altro che un esoscheletro con dimensione di 2 metri in altezza. Questo si è rivelato di scarsa efficacia nel combattimento, anche se è offerto un piccolo vantaggio di protezione in cambio si paga una sua limitata mobilità. Questo prototipo è stato anticipato dalla mancanza di una adeguata fonte di energia che non ha pesato sul passato carico utile dell'unità.

Il designer ha avuto un approccio non ortodosso nel processo di sviluppo a questo punto. Mentre la tecnologia è di solito raffinata per diventare più piccola e compatta, il progetto successore XM4 ha preso una direzione opposta. L'aumento di dimensioni della "tuta" da 2 metri in piedi, a circa 8 metri, ha fatto si che i designer cambiassero la fonte di energia elettrica da una batteria, ad un sistema di motori a combustione interna. Con le novità in scienze dei materiali e di ingegneria civile, al momento, l'enorme aumento del rapporto potenza/peso dei motori diesel e dei muscoli artificiali costruiti da polimeri elettroattivi(EAP) (in seguito ridefinito e chiamato "Pacco Muscolare") costituiscono XM4 una valida piattaforma di armi con un importante carico utile. Con l'aumento del carico utile degli armamenti di potenza e l'ampliamento delle capacità dell'unità sulla guerra elettronica dei pacchetti e di prima generazione, è stato inaugurato un nuovo Arm Slave e introdotto nel mondo come M4.

Uno dei più importanti aspetti dello sviluppo degli Arm Slave è curiosamente il breve arco di sviluppo dello stesso. Ci sono voluti solo tre anni dalla partenza del progetto del XM3 per il seguente M4, un inedito di sviluppo di armi di calibrazione, mentre la tecnologia equivalente civile robotica si trovava in duplice movimento. L'innaturale progresso tecnologico è stato attribuito a fonti extraterrestri secondo alcune pubblicazioni, e sono riuscite ad alimentare una nuova generazione di teorici del complotto. Presto, l'esplosiva evoluzione degli Arm Slave sul campo di battaglia ha ridotto il suo risalto solo ad un altro sistema di armi ad alta tecnologia, il missile da crociera e il caccia stealth.

Prima Generazione[modifica | modifica sorgente]

M4 è stato il primo Arm Slave militare. Con la tecnologia ancora nella fase di infanzia, al momento, M4 ha solo un uso limitato alle imboscate o al combattimento urbano. Per quanto riguarda la dottrina militare degli Arm Slave in questo momento è ancora immaturo, e maggiore attenzione è stata posta sulla sperimentazione dei limiti della nuova tecnologia.

M4 è nettamente più lento nel tempo di risposta rispetto alla media degli Arm Slave di seconda generazione a causa dalla sua dipendenza dal sistema meccanico e idraulico di propulsione. Il "Pacco Muscolare" non esisteva nell'attuale forma di pacchetti modulari. Ciò ha portato ad una estrema difficoltà nel mantenere l'efficacia dei polimeri in quanto degradati. Combinata con semplice comune anatomia, la bassa potenza primitiva dei "muscoli" EAP non permette al M4 di esibire flessibilità nel movimento o veloce risposta e agilità. Tuttavia, l'utilità generale del M4 e la capacità di attraversare terreni diversi, pur mantenendo l'efficacia nella lotta per gli Stati Uniti ha dato ragione sufficiente per perfezionare ulteriormente gli Arm Slave.

La prima generazione di Arm Slave è obsoleta all'inizio della storia di Full Metal Panic!, ed è stata completamente sostituita dalla seconda generazione di Arm Slave.

Seconda Generazione[modifica | modifica sorgente]

L'URSS ha aderito con gli Stati Uniti l'uso della nuova tecnologia. Si presume che l'Unione Sovietica è stata anche la prima a tenere degli Arm Slave classificati come seconda generazione. Una delle prime unità di questo tipo è il Rk-89 "Shamrock" e più tardi, il Rk-91 e Rk-92 "Savage". Queste macchine stanno a circa 10 metri di altezza, e sono state inizialmente alimentate da motori diesel a pistone, successivamente aggiornate da motori ad alta efficienza a turbina a gas. Le nuove armi trovano nuovo impiego per tutti i tempi e tutti i terreni di combattimento. La capacità di queste macchine di coprire ogni terreno ad una velocità superiore ai 100 km / ora, e la flessibilità di armamento nel manipolare le armi, fissano la posizione di queste macchina come il re dei corazzati da combattimento e dei autoblindati di terra. Ciò ha consentito all'Unione Sovietica di vincere la guerra in Afghanistan (Helmajistan nell'anime). Spinti dalla vittoria dell'Unione Sovietica nel Teatro di guerra Afghano, gli Stati Uniti hanno sviluppato il proprio campo avanzato di Arm Slave, l'M6 Bushnell.

M6 Bushnell e Rk-92 Savage sono gli esempi più noti della seconda generazione di Arm Slave. Gli altri sono il tedesco "Drache", l'inglese "Ciclone", il francese "Mistral II", e il giapponese "Type 96 ". Questi sono stati trovati stazionati in tutto il mondo in numero pari ai serbatoi.

La cosa che li separa dalla prima generazione di modelli è in gran parte l'uso del moderno "Pacco Muscolare" per impartire comandi all'Arm Slave con veloci tempi di risposta e precisione nei movimenti. Progressi nella vetronica (veicolo elettronico di terra equivalente all'avionica) e l'ingegneria generale sono contati anche come seconda generazione di miglioramenti. Lo M6A1 è noto per essere il primo Arm Slave ad essere dotato di un ECS. Da carenze in uscita dal generatore, queste unità sono costruite con una guida di binari combinata con sistemi di azionamento idraulico e con sistemi meccanici a "Pacco Muscolare". La seconda generazione di unità sono anche particolarmente forti, in quanto i loro generatori a turbina a gas emettono un tremendamendo e forte rumore durante l'esecuzione.

Terza Generazione[modifica | modifica sorgente]

La terza generazione di Arm Slave è esemplificata nel modello M9 Gernsback, il primo del suo genere. Si è pensato che la Mithril sia stata l'unica organizzazione a operare con Arm Slave di Terza Generazione in combattimento per il suo "Response Team". Lo stesso M9 Gernsback è ufficialmente in fase di OPEVAL (valutazione operativa) da parte degli Stati Uniti sotto la designazione come prototipo XM9. Il ZY-98 "Shadow" è l'equivalente URSS ed è in produzione limitata. Il Plan1056 Codarl e l'ARX-7 Arbalest, entrambi utilizzando il Lambda Driver; sono Arm Slave di terza generazione schierati da Amalgam e Mithril rispettivamente. Inoltre, la struttura del Codarl si basa sul ZY-98, mentre l'Arbalest si basa sul M9. In seguito agli eventi dell'episodio "Get Together e Make My Day", un altro tipo di Arm Slave chiamato Eligor viene introdotto, sembra basato sul progetto del Codarl ed è anche più potente del Codarl e del M9. Comunque, non è ancora noto se il tipo è classificato come Arm Slave di terza generazione.

Alimentato da un leggero e ad alta potenza reattore al palladio, le caratteristiche del M9 Gernsback sono le pure unità "Pacco Muscolare" montate su complesse articolazioni che simulano nel modo più simile la flessibilità e la mobilità del corpo umano. Sebbene non sia evidente, lo M9 Gernsback utilizza le lezioni apprese dagli insetti e dalla fisiologia animale. Le sue gambe sono state più o meno modellate dopo l'arrivo di una cavalletta e di un gatto nella fase di costruzione. Questi sviluppi consentono di far eseguire al M9 enormi salti e assorbire lo shock poco per volta.

La transizione verso la Gernsback come unico Pacco di propulsione Muscolare ha notevolmente aumentato il rapporto potenza-peso. Per confronto, il palladio su un reattore M9 Gernsback è valutato a 3.300 hp (2.500 kW) rispetto ai 1200 CV (890 kW) del Rk-92 Savage con generatore diesel. Allo stesso tempo, uno M9 pesa solo il 70-80% di uno Rk-92, a seconda delle armi usate. Con una operatività più paragonabile ad un jet, l'M9 è in grado di effettuare manovre che possono facilmente ferire, uccidere o disattivare il pilota. L'uso del ECS combinato con il funzionamento molto silenzioso del reattore al palladio e del "Pacco Muscolare" rende lo M9 estremamente difficile da rilevare. Si dice spesso che l'Arm Slave ha raggiunto il limite uomo-macchina, e non può essere migliorata la mobilità. L'aumento di potenza è invece utilizzato per aumentare la capacità di carico senza compromettere l'efficacia di combattimento.

L'aumento del carico utile ha permesso l'installazione di un insieme di elettronica avanzata compresa la vetronica, sistemi di controllo del fuoco, il contenimento dei danni, ECS, ECCS, e per la guerra elettronica moduli collegati insieme sotto avanzata intelligenza artificiale. Ciò ha consentito ai singoli Arm Slave di diventare potenti piattaforme di comando e di comunicazione, permettendo al pilota di concentrarsi sul combattimento.

La capacità della Terza Generazione di Arm Slave sono mostrate in esperimenti meno minacciosi. Ad esempio, due M9 sono esposti praticare del tango sotto funzionamento autonomo.[1] Questo esperimento richiede e dimostra la flessibilità e l'agilità della sua complessa e comune interna fisiologia, pur evidenziando la capacità dei sistemi di controllo dell'AI nell'interazione e nel movimento della struttura dell'Arm Slave. Queste caratteristiche non potrebbero mai essere trovate in un vecchio Arm Slave di seconda generazione modello RK-92 o Bushnell.

Funzionamento di un Arm Slave[modifica | modifica sorgente]

Un Arm Slave è gestito attraverso un sistema semi-master-slave. Si tratta di un metodo operativo in cui il braccio della macchina traccia il movimento del braccio del pilota che comanda la macchina. Questo ne fa l'Arm Slave una specie di "tuta di potenza", invece di robot che è invece pilotato. L'Arm Slave non è un dispositivo di pilotaggio completamente master-slave, la piena tracciabilità del movimento è impraticabile entro il limitato spazio dell'alloggiamento. Questa limitazione è risolta dall'Arm Slave amplificando il movimento del pilota. La denominazione "semi" del sistema di pilotaggio della macchina si riferisce all'assistenza nella gestione del moto.

L'aspetto più semplice ed ovvio è il valore dell'angolo bilaterale, o BMSA. Il BMSA è il fattore di amplificazione del movimento principale proveniente dala tracciatura dello slave sul pilota. Con un BMSA di 3, un movimento del pilota di 30 gradi è amplificato a 90 gradi. Bassi valori di BMSA sono utilizzati nella formazione, e i piloti più esperti fanno uso di valori più alti. La gamma solitamente è compresa tra 1,3 (formazione professionale) a 2,4 (standard) a 3,5 (esperto).

Mentre la seconda generazione di Arm Slaves è stata limitata nella comune flessibilità e nell'anatomia generale, le unità di terza generazione sono meccanicamente capaci di effettuare movimenti difficili o impossibili per l'uomo. Il sistema Master Slave completo, che traccia perfettamente il movimento di un pilota, dovrebbe essere limitato alle stesse capacità del pilotà. Le operazioni di tipo semi-master-slave, sono controllate da complessi sistemi software chiamati comunemente "menager di movimento" in grado di tradurre in movimento le manovre del pilota impossibili per il corpo umano.

Piloti qualificati trascorrono una notevole quantità di tempo nell'ottimizzazione e personalizzazione di questi modi di movimento. Gli Arm Slave vetronici includono i "menager di movimento" come un componente critico delle caratteristiche di performance degli Arm Slave. Il sistema di AI del M9 è indispensabile per il controllo dell'Arm Slave, permettendo al pilota di sfruttare la piena capacità della macchina.

Elenco degli Arm Slave[modifica | modifica sorgente]

Paesi[modifica | modifica sorgente]

Inghilterra
Tipo Note
Cyclone
Italia
Tipo Note
Tornado
Francia
Tipo Note
C3-5 Mistral II Il suo aspetto non prende una forma simile all'uomo, il che lo rende noto come l'unico Arm Slave ad avere una forma costituita da due rami, posizionati di fronte alla meccanica, senza un "volto".[2] In Full Metal Panic!, è più volte visto nel romanzo "Ending Day by Day", in uso da parte dei militari di Balic in quanto la maggior parte delle loro armi e le attrezzature sono state fornite dal'Amalgam attraverso produttori di armi francesi come GIAT quando vennero ingaggiati in una guerra civile contro i guerriglieri e sono noti per essere coinvolti in un tentativo di eseguire lo sterminio della popolazione etnica rifugiata a Balic.
Germania
Tipo Note
Drache
Giappone
Tipo Note
Type 96 I modelli comprendono il modello T96 modificato per uno o due piloti. Il Tipo 96 è un progetto modificato della progettazione di base dell'M6, simile al rapporto tra l'F-2 e F-16.
USA
Tipo Note
M4
M6, M6A1, M6A2 Bushnell I principali Arm Slave della U.S. Army e US Marine Corps. La USMC M6A2 si avvale di un grande scudo armatura reattivo come accessori opzionali.
M6A3 Dark Bushnell Modello rinforzato per le operazioni speciali, in modo simile al rapporto tra l'MH-60 e UH-60.
XM9 Unità U.S. Army OPEVAL. Un provvisorio di 26 unità è stato presentato.
USSR[3]
Tipo Note
Rk-89 "Shamrock" Visto per la prima volta in Afghanistan, quasi totalmente eliminato dall'Armata Sovietica.
"Savage"
Rk-91 / Rk-92
Unità di prima linea dell'esercito sovietico; un comune Arm Slave nelle mani di organizzazioni terroristiche. Uno dei titolari della seconda generazione di Arm Slave creato dall'Unione Sovietica nel 1992 dopo la Guerra del Golfo[4], il Savage è un prodotto di massa utilizzato dal blocco orientale. È stato anche esportato in altri paesi comunisti, tra cui la Corea del Nord e la Cina del Nord.[5] Rk-92 "Savage" è il successore del Rk-91, in sostanza uno Rk-91 con un motore a turbina a gas.
Zy-98 "Shadow" Prima schierato dalle forze dell'Amalgam, presumibilmente in fase di OPEVAL con l'esercito sovietico. E il primo AS sovietico di terza generazione ed è paragonabile all M9 in termini di capacità.

Organizzazioni[modifica | modifica sorgente]

Amalgam
Tipo Note
Plan1055 Belial Arm Slave di Leonard Testarossa, e probabilmente il più potente Arm Slave del mondo.
Plan1056 Codarl Per la Mithril nome in codice "Venom", il primo Arm Slave attrezzato con il Lambda Driver nell'arsenale dell'Amalgam. La serie Codarl è basata sul telaio del URSS ZY-98 Shadow.
Plan1058 Codarl(i) Per la Mithril nome in codice "Venom", apparentemente un affinamento della Codarl, ma è un Arm Slave del tutto nuovo.
Plan1059 Codarl(m) Per la Mithril nome in codice "Venom", la produzione di massa (in quantità limitata) della versione del Codarl.
Plan1501 Behemoth Un Arm Slave di enormi dimensioni. Confrontandolo con altri AS, ha circa 40-50 metri di altezza. Utilizza il Lambda Driver in modo che possa sostenere la sua posizione e il suo peso. E 'stato utilizzato da A-21 durante la sua furia in Tokyo.
Plan???? Eligor Simile al Codarl, ma più grosso sulla metà superiore e con un diverso sistema di dissipatore di calore. Il Lambda Driver dell'Eligor mostra più potenza rispetto a quello da Codarl.
Plan1211 Alastor Il più piccolo Arm Slave al mondo ad essere costruito. Potrebbe essere alto 2-3 metri sulla base di un confronto visivo con i normali esseri umani.
Mithril
Tipo Note
ARX-6 Halberd Prototipo fallito di Arm Slave con Lambda Driver.
ARX-7 Arbalest L'unico Arm Slave della Mithril dotato di Lambda Driver.
ARX-8 Laevatein Ricostruzione dell'ARX-7, dopo che è stato distrutto dal Belial. E 'stato progettato da Al (AI dell'ARX-7) per addirsi a Sousuke Sagara ed al suo stile di combattimento.
M9D Falke Una variante del M9 destinato a portare il Lambda Driver; piani per questo sono stati archiviati e le due unità prodotte sono state utilizzate come banchi di prova per l'ARX-7.
M9E Gernsback I principali Arm Slave utilizzati dalla Mithril, e considerati i primi Arm Slave di 3ª generazione al mondo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. Full Metal Panic!: The Second Raid OAV.
  2. Full Metal Panic! The Second Raid MITHRIL Report incluso nel Volume 1 (Atto III, Scena 01 + a)
  3. Tutti i nomi degli Arm Slave dell'USSR sono nomi segnalati dalla NATO e non sono le denominazioni ufficiali.
  4. Profilo del RK-92 Savage, Full Metal Panic: The Anime Mission Fan book.
  5. Profilo del RK-92 Savage, Sito Web di Full Metal Panic, ADV Films.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.