Evangeline A.K. McDowell

Evangeline è l'unica studentessa europea della classe seguita da Negi Springfield. All'apparenza, è una fredda e diabolica ragazza, imprigionata da Nagi Springfield, padre di Negi, nell'Istituto Mahora, quindici anni prima degli eventi attuali. A causa di tale maledizione, Evangeline è confinata all'interno del Mahora Gakuen e non può in alcun modo allontanarsene, a meno che non beva il sangue di Negi, discendente diretto del Master che la imprigionò, o che il preside dell'Accademia non firmi un permesso speciale ogni cinque secondi, per garantire la sua libertà provvisoria.

Effettivamente, Evangeline è un Vampiro di sangue puro, conosciuto anche come Shinso in Giappone e dietro alla sua prigionia vi sono i ripetuti atti malvagi che la ragazza ha commesso in passato. Bisogna anche sottolineare il fatto che l'età fisica di Evangeline sia vincolata ad un sembiante di appena 10 anni, questo a causa del fatto che la sua nascita come vampira avvenne quando Evangeline era ancora una bambina. Nonostante ciò, in passato e quando deteneva pieno potere sulla sua magia, Evangeline era solita utilizzare le sue capacità per modificare il suo aspetto ed apparire così come una donna adulta.

Di lei sappiamo che in seguito venne salvata da Nagi di cui si innamorò, ma essendone stata respinta, cercò vendetta e finì con l'essere condannata all' "Infernus Scholasticus" dal Thousand Master, ossia a frequentare l'istituto Mahora, da cui non può allontanarsi, e privata dei suoi poteri (che può recuperare parzialmente in certe occasioni, come nelle notti di luna piena) come semplice umana.

Secondo quanto lei stessa racconta ad Asuna e Setsuna è nata in Europa durante la Guerra dei cent'anni (probabilmente in Scozia o Irlanda) ed era presumibilmente una principessa; il giorno del suo decimo compleanno si è risvegliata come Shinso e dopo essersi vendicata del suo creatore, lasciò il castello dove viveva e dopo alcune decadi di peregrinazioni si ritirò in solitudine in un'isola del sud. Per sua ammissione, durante quegli anni uccise più volte, anche se sempre per provocazione o difesa.

Le sole persone che conoscono davvero Evangeline sono Chachamaru e Chachazero. Adora giocare a Go, così come anche la cerimonia del , a tal punto da far parte del club relativo insieme a Chachamaru.

Nei riguardi di Negi Springfield, figlio del suo peggior nemico, Evangeline prova sentimenti contrastanti. Da un lato lo vede come uno strumento per riacquisire la libertà perduta, dall'altro sembra attratta dagli atteggiamenti del giovane mago, a tal punto da accettarlo come suo apprendista.

Nei quarti di finale del Grande Torneo delle Arti Marziali, organizzato da Chao Lingshen, si lascia sconfiggere da Setsuna. Ma durante il tentativo di Chao di svelare l'esistenza della magia al mondo, Evangeline si limita ad assistere agli eventi, avendo stipulato un patto di neutralità con Chao.

Nell'anime, dopo il Pactio con Negi, siglato nell'episodio 26, la vediamo indossare un succinto abito nero e il suo fido mantello.

Chachazero[modifica | modifica sorgente]

Chachazero è una delle bambole che assiste e serve Evangeline. Probabilmente, Chachazero è anche una delle più vecchie, avendo sviluppato una sua malevola personalità. Solitamente, non perde occasione per rinfacciare ad Evangeline il suo essere divenuta molto più gentile e disponibile di una volta, cosa questa che - a suo avviso - è legata al tempo che la vampira trascorre insieme agli esseri umani.

A proposito della passione di Evangeline per le bambole, va ricordato che Eva è anche una "Maestra Puparum" e che, quando non la si vede in divisa scolastica, è solita a sua volta vestirsi come se fosse una bambola lei stessa, in perfetto stile Gothic Lolita.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Il suo nome completo è Evangeline Athanasia Kitty McDowell.

Athanasia è un'antica parola greca che significa "Immortalità".

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.