Fate Averruncus

Fate Averruncus(Tertium) è uno dei tre mercenari assunti da Amagasaki. Arrivato in Giappone da Istanbul, è un ragazzino esperto sia in magia occidentale che orientale ed è molto più addestrato e preparato di Negi. Le ragioni per cui aiuta Amagasaki non sono chiare, sebbene sia evidente che non sia per la paga da mercenario.

Forse non è neppure un essere umano, dato che a Kyoto viene sconfitto da Evangeline, la quale ammette che probabilmente il corpo di Fate è solo una marionetta. Riappare nel mondo magico quando distrugge il portale che collega questo mondo a quello normale, provocando la dispersione del gruppo di Negi. In seguito ad Ostia si presenterà a Negi, proponendogli di tornarsene tranquillo nel suo mondo e di non interferire più con i suoi piani (in realtà voleva sigillare con un artefatto il potere di Negi e impadronirsi di Asuna, cosa ques'ultima che gli riesce). Per i piani di Fate, Asuna è fondamentale, e dopo averla catturata, intende risvegliarne la memoria. In seguito si scoprirà che Fate appartiene ad una misteriosa organizzazione chiamata Kosmos Entelechia, che per ragioni sconosciute vuole distruggere il mondo magico ed è la responsabile della grande guerra tra maghi scoppiata venti anni prima. Fate all'epoca appariva molto più grande, e venne sconfitto da Nagi dopo una dura lotta. Fate ha cinque ragazze come ministra magi: Shirabe, Homura, Shiori, Koyomi e Tamaki, a lui fedelissime e che tratta in maniera molto corretta. I piani di Fate sono misteriosi: interrogato da Tsukuyomi, sua alleata, afferma di voler salvare il mondo normale e per questo cerca il più possibile di non fare vittime tra gli abitanti di quest'ultimo, perché altrimenti, a suo dire, non starebbe più dalla parte della giustizia. Nodoka, leggendo nella sua mente, scopre anche che il suo vero nome è Tertium (terzo, in latino). Fate è un gran bevitore di caffè.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.