Giotto è il primo boss della Famiglia Vongola. Egli fondò la Famiglia Vongola più di 100 anni prima dei fatti narrati nella serie, ma il suo vero proposito era quello di creare un gruppo di uomini in grado di difendere le popolazioni vicine: il ruolo mafioso della Famiglia cominciò con l'avvento del Secondo boss, Ricardo. Si ritirò presto e se ne andò in Giappone, secondo Xanxus perché aveva troppa paura dei piani e del potere di Vongola Secondo, dove fondò una famiglia da cui discende Tsuna (infatti egli è il suo bis-bis-bis- nonno). Lui e Tsuna usano entrambi i guanti come loro arma primaria, tuttavia, i guanti di Giotto hanno una “I”, che rappresenta il numero '1' nei numeri romani. Oltre a Tsuna, Giotto era l'unico boss che ha avuta una famiglia eterodossa, ha cioè accettato chiunque gradisse: re, soldati, membri di famiglie rivali della Mafia e perfino gente religiosa.

Compare nel capitolo 158, assieme ai boss precedenti della Famiglia Vongola. Il suo aspetto è molto simile a quello di Tsuna, con la differenza di un taglio di capelli biondo scuro anziché moro e una lunghezza dei capelli maggiore.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.