Animanga Wiki
Advertisement

Madame Suliman è l'antagonista principale nell'adattamento cinematografico de Il castello errante di Howl. Nel libro è una combinazione della signora Pentstemmon e del mago Sulliman.

Il castello errante di Howl (film)[]

Mrs

Madame Suliman al castello reale

Madame Suliman funge da stregone reale del re che fornisce magia per le forze militari del paese e per uso personale del re. Usa il suo potere per dare la caccia a maghi e streghe in tutto il regno, prendendoli come apprendisti e trasformandoli in mostri per servire nell'esercito, o privandoli del loro potere se rifiutano.

Madame Suliman ha una simpatia speciale per Howl poiché esprime il suo rammarico per Howl che non è arrivato a palazzo dicendo che aveva finalmente trovato qualcuno che potesse sostituirla. Lo dice a Sophie che si finge sua madre su sua richiesta per evitare di andare a palazzo. Madame Suliman, tuttavia, si rende conto di chi sia veramente Sophie e di essere innamorata di Howl. Howl arriva al castello travestito da Re, Madame Suliman lo riconosce per il suo discorso "eloquente" e per il fatto che il vero Re si presenta nella stessa stanza.

Madam Suliman's spell

Madam Suliman lancia l'incantesimo per trasformare Howl

Mentre Howl sta per andarsene insieme a Sophie, Madame Suliman lancia un incantesimo rivelando a Sophie cos'è "veramente" Howl, la sua forma "bestia". Prima che l'incantesimo sia completo e Howl si trasformi completamente, Sophie lo salva chiamandolo per nome e coprendogli gli occhi. L'incantesimo di Madame Suliman rimane incompleto poiché il suo bastoncino luminoso rosa magico colpisce invece il suo cappello.

Abilità[]

Madame Suliman ha dimostrato di essere una strega molto potente poiché anche Howl ha un certo rispetto e cura per lei, è in grado di portare via la magia di maghi e streghe molto potenti come La Strega delle Lande, lanciare potenti incantesimi di illusione e rivelazione semplicemente spostando il suo bastone e persino costringendo le persone maledette a rivelare le loro forme maledette.

Advertisement