Potemayo (ぽてまよ, ' Potemayo'?) è un manga realizzato da Haruka Ogataya in formato yonkoma. È stato pubblicato sulla rivista Moeyon di Futabasha a partire dal 9 luglio 2004.

Nell'ottobre del 2005 è stato spostato sulla rivista Comic High! sempre di Futabasha. Dal manga è stato tratto un anime di 12 episodi, prodotti dallo studio J.C.Staff e trasmessi dal 6 luglio al 21 settembre del 2007 su Tokyo MX.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un mattino Sunao Moriyama, uno studente delle scuole medie, trova all'interno del suo frigorifero una strana bambina dalle orecchie da gatto. Si tratta evidentemente di un piccolo demone o di un alieno, ma Sunao, dal carattere calmo e risoluto, non si fa prendere dal panico e adotta lo strano "animaletto". Senza pensarci più di tanto le dà il nome Potemayo, contrazione delle parole "Potato" e "Mayonnaise", lette per caso in quel momento. Potemayo non sembra affatto essere indipendente, agisce proprio come una bambina poco più che neonata, per cui è costretto a portarla a scuola. All'interno della classe tutti iniziano ad adorare i suoi "miagolii" ed il suo corpicino morbido e paffuto, quindi non tarda a diventare una vera e propria mascotte. Quello stesso giorno appare un'altra piccola aliena dal frigorifero di Sunao: Guchuko. Nonostante appartenga alla stessa specie di Potemayo si rivela essere molto più scontrosa e solitaria. Le sue corna d'alce posseggono poi una curiosa capacità: riescono a sparare dei potenti raggi laser in grado di mettere ko chiunque ne sia vittima. La storia si evolve fra numerose situazioni paradossali e divertenti, condite da una leggera dose di romanticismo sparsa qua e là. Col trascorrere del tempo appariranno sempre più personaggi che movimenteranno sempre di più la vita dei protagonisti.

Il manga[modifica | modifica sorgente]

La serie si compone di brevi capitoli autoconclusivi (solitamente composti da 8 pagine) in cui si susseguono situazioni al limite del demenziale/paradossale. Nel corso delle pagine vengono introdotti numerosissimi personaggi secondari, riproposti per tutta la durata del manga.
Non è raro che le strip siano prive di dialoghi: oltre alle battute secche e i giochi di parole tipici degli yonkoma, in Potemayo gran parte della comicità fa perno sui disegni.

Edizione originale[modifica | modifica sorgente]

I tankōbon sono caratterizzati dall'avere alcune pagine a colori (ad inizio volume) e alcuni contenuti speciali quali: discussioni sullo storyboard, free talk e illustrazioni a pagina intera.

A partire dal secondo volume sono inoltre presenti degli omake non disegnati secondo lo stile yonkoma, ma con uno schema "libero".

Edizioni estere[modifica | modifica sorgente]

Ad oggi Potemayo è edito soltanto in Giappone.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.