Setsuna Sakurazaki

Setsuna Sakurazaki è uno dei personaggi che fanno parte del manga Negima: Magister Negi Magi.

Personaggio[modifica | modifica sorgente]

Setsuna, oltre ad essere una delle studentesse della 3° A, è anche uno dei personaggi più atipici di tutto Negima. Esperta nel kendo della scuola Shinmei (lacrima di Dio) di Kyōto, lo stesso Dojo di Motoko Aoyama di Love Hina, è amica d'infanzia di Konoka (studentessa N° 13), anche se si comporta più come sua guardia del corpo che come semplice amica. Nutrendo una devozione sconfinata nei suoi confronti, oltre ad un profondo sentimento di rispetto, utilizza sempre il titolo onorifico di ojou-sama ogni qual volta le si riferisce o le parla.

Dietro tali atteggiamenti, comunque, è evidente un'affezione amorosa (in chiave yuri), tradita da più eventi e situazioni. Emblematico è l'episodio della Cinetown di Kyoto, dove Setsuna fa scudo a Konoka col suo corpo (anche se questo non potrebbe comunque essere una prova certa: Setsuna si è identificata profondamente nel suo ruolo di protettrice affidatole fin da quando era una bambina molto piccola, e questo, se si pensa agli esempi di fedeltà e rispettabile distacco a cui è stata sottoposta, può aver influito nel suo carattere; inoltre Konoka è stata la sua prima vera amica per cui è ovvio che sia molto legata a lei). Nonostante molti personaggi pensino che tra le due ci sia un legame che va oltre alla pura amicizia, Yue stessa crede che non sia altro che un fraintendimento. Il suo imbarazzo può essere visto come conseguenza dello scontro di due personalità cioè il fatto di essere un guerriero-ombra ma anche una ragazza di quattordici anni con i relativi problemi, sentimenti, amicizie, ecc. come un qualsiasi adolescente, sia maschio che femmina, della sua età.

Comunque raramente comunica con Konoka preferendo proteggerla dall'ombra. In verità Setsuna è una Hanyō, cioè un demone mezzo-sangue, e per questo è dotata di due ali bianche; inoltre, da quanto dichiarato da Evangeline è possibile dedurre che i suoi capelli siano tinti e che indossi delle lenti a contatto per alterare il colore degli occhi e la forma della pupilla; il suo timore (illusorio) è che la verità sulla sua natura possa farla odiare da Konoka, cosa che naturalmente non si verifica quando il suo segreto viene scoperto. In tal proposito, gli unici ad esserne a conoscenza sono Asuna, Konoka, Evangeline, Chachamaru e Negi; essendone Chachamaru a conoscenza, ne sono di conseguenza informate anche Chao Lingshen e Satomi Hakase.

Dopo l'incidente di Kyoto, Setsuna diventa più aperta, anche con Konoka. Occasionalmente opera esorcismi con Mana Tatsumiya ed è la terza persona con cui Negi stipula un Pactio; la sua arma abituale è una nodachi, un tipo particolare di sciabola usata dalla cavalleria tradizionale giapponese, lunga 150 cm, di nome Yuunagi; il suo artefatto è invece costituito da pugnali tradizionali giapponesi che può comandare a suo piacere. La sua abilità nell'uso del Ki, inoltre, le permette di creare uno shikigami, comunemente chiamato "Chibisetsuna", chiaramente la sua versione superdeformed.

È la prima a scoprire la (presunta) natura non umana di Chao Lingshen, quando entra in contatto con l'artefatto Cassiopea, insieme a Negi, che subito comprende non poter essere stato creato da un umano o mago.

Spesso, anche contro la sua volontà, veste le orecchie da gatto, comunemente conosciute come nekomimi.

Nell'anime, dopo il Pactio con Negi, la vediamo indossare un mantello nero a collo alto, da cui spuntano le ali, e brandire la sua fida sciabola.

Nel periodo 252 Setsuna ha stipulato un Pactio con Konoka.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

34401.jpg

Dopo lo sviluppo del suo personaggio, la sua popolarità l'ha resa 1° nella classifica di gradimento che viene pubblicata insieme al manga, permettendole di battere sia Makie Sasaki, che Nodoka Miyazaki. Nell'ultima classifica pubblicata, Setsuna è attualmente in prima posizione, seguita subito dopo da Nodoka e Asuna, rispettivamente al secondo e terzo posto.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.