Animanga Wiki
Advertisement

Sophie Hatter (ソフィー・ハッター Sofī Hattā) è la protagonista del primo libro della serie Castello, Il castello errante di Howl, e del film Il castello errante di Howl.

Sophie è una giovane donna che vive nella cittadina di Market Chipping nel regno di Ingary, ed è la maggiore di tre sorelle. A Ingary il destino di Sophie è non avere fortuna e vivere una vita monotona sempre chiusa in casa. Lavora come apprendista della sua matrigna Fanny Hatter nel negozio di cappelli del suo defunto padre.

Apparenza fisica[]

Il castello errante di Howl (romanzo)[]

Sophie è la maggiore delle sorelle Hatter, ha 18 anni, i capelli rosso-oro e gli occhi blu-verdi. È considerata piuttosto carina, anche se non si considera tale. Indossa principalmente vestiti di colore grigio, ma questo cambia man mano che la sua autostima cresce.

Il castello errante di Howl (film)[]

L'aspetto di Sophie nel film la ritrae come una giovane ragazza dall'aspetto innocente con occhi marroni e lunghi capelli castani raccolti in una treccia legata con un nastro rosa. Di solito la si vede indossare un cappello con un nastro rosso e uno spillo rosa, indossa un vestito verde pastello con colletto bianco e tre bottoni sul petto, che contribuiscono al suo semplice aspetto.

Dopo che a Sophie è stata lanciata una maledizione, conserva il suo cappello e continua a portare i capelli allo stesso modo. Sebbene il suo vestito rimanga lo stesso, ora è di colore blu pastello. Tuttavia, guadagna una quantità significativa di peso e ottiene sia un aspetto rugoso che capelli argentati dalla vecchiaia.

Quando la maledizione viene revocata, a Sophie rimangono i capelli argentati che ha acquisito dalla maledizione e ora sono acconciati in un caschetto corto, dopo essere stati tagliati durante gli eventi precedenti.

Personalità[]

Sebbene Sophie sia inizialmente riservata e priva di autostima, dimostra di essere una persona coraggiosa dopo essere stata maledetta a essere una donna anziana dalla Strega delle Lande, diventando meno spaventata da ciò che gli altri pensano di lei. Rispettosa, gentile e premurosa, Sophie ha anche la tendenza ad essere impulsiva nelle sue azioni e spesso si sente in colpa quando fa qualcosa di sbagliato, anche se i suoi tentativi di correggere le cose sono solitamente disastrosi. È una persona molto compassionevole e spesso cerca di aiutare gli altri, non importa chi siano, arrivando al punto di aiutare la Strega delle Lande. Alla fine viene rivelato che Sophie possiede delle abilità magiche: è in grado di dare vita agli oggetti, sebbene inizialmente non sia consapevole dei suoi poteri e li usi inconsapevolmente. Una volta sviluppati, diventano molto potenti.

Storia[]

Il castello errante di Howl (romanzo)[]

Nel libro Il castello errante di Howl, Sophie è la maggiore delle tre figlie del cappellaio, Mr. Hatter, nel magico regno di Ingary. Quando il padre di Sophie muore, la sua matrigna, Fanny Hatter, la mette a fare cappelli nel negozio di famiglia. Si scopre essere una grande cappellaia.

I talenti magici di Sophie attirano l'attenzione della Strega delle Lande. Scambiando Sophie per sua sorella, Lettie Hatter, e credendo che Sophie stesse nascondendo alcune informazioni di cui aveva bisogno su Howl, la Strega delle Lande maledice Sophie facendola diventare una donna anziana. Con il desiderio di spezzare la maledizione, Sophie si reca nel castello errante di proprietà del mago Howl, nonostante le voci secondo cui Howl è famoso per aver rubato le anime delle belle ragazze.

Mentre si trova nel castello, Sophie incontra Calcifer, un demone del fuoco, e viene a sapere del contratto che lo tiene rinchiuso all'interno del castello dello stregone Howl. Il demone del fuoco promette di spezzare la maledizione di Sophie se lei accetta di liberarlo dal contratto con Howl. Calcifer cerca spesso di dare suggerimenti a Sophie su come rescindere il loro contratto, ma in genere le mancano i suggerimenti.

Dopo che il re di Ingary ha incaricato Howl di una missione alla ricerca di suo fratello, il principe Justin, Howl tenta di usare Sophie come capro espiatorio e la supplica di presentare una petizione contro la sua nomina. Howl sembra avere le sue ragioni per evitare l'appuntamento, in particolare a causa della Strega delle Lande e del suo essere uno dei suoi tanti ex amanti. Sophie apprende presto che Howl non è un mago malvagio che ruba il cuore delle belle ragazze, ma piuttosto un giovane che prova un grande piacere nello spezzare il cuore delle belle ragazze. Nonostante questo, Sophie finisce per innamorarsi di lui, anche se è troppo testarda per ammetterlo.

Howl cerca di evitare di innamorarsi di Sophie perché, se si innamora, allora deve tornare dalla Strega delle Lande. Tuttavia, Howl non può fare a meno di seguire il suo cuore, si innamora di Sophie. Un giorno si dice che la maledizione si avveri, la Strega delle Lande informa Sophie di aver rapito la signorina Angorian, un'insegnante che Howl stava corteggiando. Credendo che sia la signorina Angorian ad essere veramente amata da Howl, Sophie torna nelle Lande e tenta di salvarla prima che Howl lo scopra.

Quando Sophie arriva nel deserto, la strega le rivela che farla arrivare li era tutto un trucco per attirarla nel deserto. Dimostrato il successo, la Strega delle Lande cattura Sophie, spingendo Howl a tornare nelle Lande per salvarla. Howl combatte la Strega delle Lande, superando la propria riluttanza a farlo per l'amore che prova per Sophie. Tuttavia, il demone del fuoco della Strega delle Lande, Miss Angorian, tenta di rubare il cuore di Howl poiché il cuore della Strega era troppo vecchio e debole. Sophie riesce a rompere il contratto tra Calcifer e Howl e gli restituisce il cuore a Howl. Sophie sconfigge la strega Angorian, spezzando la sua stessa maledizione e liberando sia la maga Suliman che il principe Justin.

Dopo la fine degli eventi precedenti, Howl e Sophie ammettono i loro sentimenti l'uno per l'altra e accettano di vivere insieme.

Il castello errante di Howl (film)[]

Nel film Il castello errante di Howl, Sophie è la maggiore di due sorelle e la figlia di un anonimo fabbricante di cappelli. Il negozio è gestito da sua madre, Honey Hatter, di cui Sophie è apprendista cappellaia.

Mentre va a trovare sua sorella, Lettie Hatter, Sophie viene fermata da due soldati che cercano di flirtare con lei. Un uomo misterioso interviene nell'incontro, spingendo i soldati ad andarsene. L'uomo informa Sophie di essere seguito, al che compaiono alcuni scagnozzi simili a macchie appartenenti alla Strega delle Lande. Usando la sua magia, l'uomo insieme a Sophie inizia a camminare nell'aria riuscendo a sfuggire agli scagnozzi. Dopodiché porta in sicurezza Sophie sul balcone della panetteria di sua sorella, dove sua sorella la informa che l'uomo era forse il mago rapitore di anime Howl. Sophie afferma di non essere mai stata in pericolo perché non è bella e che Howl ruba solo le anime delle belle ragazze.

Più tardi quella sera, la Strega delle Lande irrompe nel negozio di cappelli di Sophie fuori orario. All'insaputa dell'identità della strega, Sophie la informa che il negozio è chiuso. La strega risponde con un insulto, affermando che sia Sophie che il negozio di cappelli sono "di cattivo gusto", al che Sophie le chiede nuovamente di andarsene. La strega, gelosa delle attenzioni che Sophie aveva ricevuto da Howl, la maledice facendola invecchiare.

La mattina dopo essere stata maledetta dalla Strega delle Lande, Sophie si lascia alle spalle la sua vita in cerca di spezzare la maledizione. Durante il suo viaggio, incontra una misteriosa creatura che lei soprannomina Testa di Rapa, che, a differenza del libro, in realtà le è d'aiuto. Fornendole un bastone da passeggio. Dopodiché Testa di Rapa conduce Sophie al Castello errante di Howl.

Con l'aiuto di Testa di Rapa, Sophie riesce a entrare nel castello dove incontra il demone del fuoco Calcifer. Insieme, decidono di aiutarsi a spezzare le rispettive maledizioni. Sophie si addormenta e viene svegliata il mattino dopo da un colpo alla porta. Poco dopo incontra Markl, un apprendista di Howl. Markl è un ragazzo molto giovane, al contrario della sua controparte del libro Michael Fisher, che è molto più grande. Sophie prepara loro tutta la colazione e ancora una volta incontra Howl. Sophie, nel tentativo di raccontare a Howl della sua maledizione, si rende conto di non poterne parlare e decide invece di dire che è la loro nuova donna delle pulizie che Calcifer ha assunto.

Prende molto sul serio il suo lavoro, pulendo ogni stanza del castello, tranne quella di Howl. Mentre lei e Markl fanno la spesa al mercato, vede uno degli scagnozzi della Strega delle Lande. Sorprendentemente, nessun altro lo nota. Lei e Markl tornano al castello, dove Howl irrompe dal suo bagno. I suoi capelli normalmente biondi erano diventati di una brillante sfumatura arancione. Sophie ammette di aver riordinato i suoi sali magici. Howl si dispera e i suoi capelli cambiano colore diventando del suo colore naturale, il nero. Howl inizia a trasudare melma verde dalla depressione e rilascia energia oscura (cosa che è già accaduta una volta, quando una ragazza lo ha lasciato). Markl porta Howl in bagno a pulirsi mentre Sophie è costretta a ripulire il pavimento.

La mattina dopo, Howl dice a Sophie che è stato convocato al Palazzo Reale per difendere il paese dalla guerra. Le dice anche che è un codardo e tutto ciò che fa è nascondersi. Dice così a Sophie di andare a palazzo fingendosi sua madre per convincere Madame Suliman che è troppo codardo per venire di persona. Sophie va a Kingsbury, con un anello che Howl le ha regalato, e mentre si reca al castello, incontra la Strega delle Lande.

Da qui in poi, il film e il libro differiscono notevolmente.

Mentre salgono i gradini del palazzo reale, la Strega delle Lande invecchia visibilmente. Quando riescono a entrare, Sophie viene condotta da un cane in una stanza dove si trova Madame Sulliman, che dice a Sophie che Howl è corrotto da un demone, e presto lo consumerà completamente. La Strega delle Lande perde i suoi poteri e Howl arriva travestito da Re per salvare Sophie. Prima che possano scappare, Madame Suliman mostra a Sophie cos'è veramente Howl. Si trasforma in un feroce uccello, ma prima che perda il controllo, Sophie dice ad Howl che è una trappola, e lui fa volare Sophie fuori dal palazzo, insieme alla Strega delle Lande e al cane di Sulliman, Heen. Sophie fugge dalla Città Reale su un aereo rubato da Howl. Howl rimane indietro come esca in modo che Sophie possa scappare in sicurezza. Sophie si schianta contro il castello e sogna che Howl viene consumato dal suo demone. Nel sogno ammette di amarlo, ma lui ruggisce dicendo che è troppo tardi. Howl la mattina dopo decide di trasferire il castello. Il castello si trasforma nel negozio di cappelli di Sophie, insieme a un nuovo colore sulla porta, che conduce a un bellissimo campo di fiori. Sophie diventa di nuovo giovane e chiede a Howl se la sta lasciando. Lui non risponde, a cui lei risponde: "Per favore, Howl, so di poterti essere d'aiuto. Anche se non sono carina, e tutto ciò che so fare è pulire". Howl risponde: "Sophie... Sophie sei bellissima!" In quel momento, Sophie invecchia di nuovo e una nave da guerra nemica si avvicina al campo. Howl distrugge il motore e salva Sophie. Sophie trasforma il negozio di cappelli in un negozio di fiori e sua madre le fa visita. Sua madre lascia segretamente una piccola spia e la strega lo getta nella bocca di Calcifer. Si indebolisce e non è in grado di difendere il castello quando il paese viene attaccato dalle corazzate. Sophie corre fuori, completamente giovane poiché ha inconsapevolmente spezzato la sua stessa maledizione, e osserva Howl che salva il negozio da una bomba che cade. Emerge dalle macerie illeso, e i due si abbracciano. Howl guarisce Calcifer e Sophie lo prega di non andare più in guerra. Lui risponde: "Perché? Io sono già fuggito a sufficienza, finalmente ho trovato una persona che sento di dover proteggere, sei tu." Se ne va e Sophie sposta Calcifer dal suo focolare, interrompendo il legame che il castello aveva con Market Chipping. Il castello crolla e Sophie lo rimette nella grata in rovina. Nonostante la maledizione di Sophie sia stata sciolta, i suoi capelli rimangono d'argento, molto diversamente dal libro, dove i capelli di Sophie diventano rossi. Dà a Calcifer i suoi capelli, e lui diventa abbastanza forte da spostare il castello per trovare Howl e dirgli che sono al sicuro. Nel frattempo, la strega delle Lande si rende conto che Calcifer tiene il cuore di Howl e lo strappa dal focolare. Comincia a bruciare e Sophie le lancia addosso un secchio d'acqua. Calcifer si spegne, facendo crollare il castello. Sophie cade da un dirupo, insieme a Heen. L'anello che Howl le ha dato si illumina di blu e conduce alla porta nera del castello. Lo apre ed entra nel vuoto nero in cui è stato solo Howl. Finisce nel passato e assiste a Howl da bambino. Le stelle stanno cadendo dal cielo e lei corre fuori da Howl. Tuttavia, Howl ingoia la stella prima che Sophie possa raggiungerlo, e nasce Calcifer, con il piccolo cuore di Howl che batte dentro. Sophie lo chiama, dicendogli di trovarla in futuro. Viene quindi respinta attraverso la porta, dove Howl la sta aspettando. Non risponde, ma la porta ai resti del castello.

Supplica la strega di darle Calcifer, e quando lo fa, Sophie lo spinge nel petto di Howl. Calcifer vola via, diventando ancora una volta una stella. I resti del castello si rompono una volta che Calcifer non lo tiene più in vita, e cadono giù da una collina verso una scogliera, ma vengono salvati da Testa di Rapa, che perde il suo bastone nel processo. Sophie bacia Testa di rapa, che si trasforma nel principe scomparso. Spiega che una maledizione lo ha trasformato in uno spaventapasseri, e la Strega delle Lande dice che "il bacio del vero amore lo spezza", rivelando l'affetto del principe per Sophie. In quel momento, Howl si sveglia, lamentandosi di un peso sul petto. Sophie poi risponde: "Un cuore è un fardello pesante". Howl osserva che i suoi capelli color argento sono bellissimi. Sophie, ora piena di fiducia, lo affronta e lo accetta. La strega delle Lande dice al principe: "Sembra che il tuo vero amore sia innamorato di qualcun altro. Dovresti comunque tornare a casa e dire al tuo re di fermare questa stupida guerra.'' Il principe accetta, quindi parte per porre fine alla guerra, promettendo di tornare. Dopo che il principe se ne va, Calcifer ritorna, decidendo di restare con Sophie e Howl senza maledizioni. Il film si conclude con il castello che vola nel cielo. Markl e Heen giocano in un piccolo giardino con la Strega e Calcifer che li sorvegliano. Sophie viene vista l'ultima volta con Howl su un balcone, e i due si scambiano un bacio mentre il castello si allontana lentamente.

Advertisement