Timoteo è l'attuale boss della Famiglia Vongola. Ha il viso solcato da molte rughe, porta dei baffi molto folti e i capelli pettinati all'indietro. Dopo che Xanxus scoprì di essere suo figlio adottivo, e quindi di non aver alcun diritto al titolo di Decimo boss dei Vongola, Timoteo combatté contro di lui, procurandogli le cicatrici sul volto e sul corpo che ancora adesso Xanxus ha. Dopo la battaglia, Timoteo congelò Xanxus grazie al Zero point breakthrough, e lo costrinse a rimanere ibernato per sette anni, dando vita allo "Scandalo della Culla". Dopo che si risvegliò, Xanxus rapì Timoteo, lo imprigionò in un cyborg di nome Gola Mosca, che utilizzava una vita umana al suo interno per funzionare, sostituì il Nono boss con un suo gemello e assoldò al suo servizio i suoi guardiani, quelli che poi divennero i membri dei Varia. Dopo che Tsuna distrusse a metà Gola Mosca, "impazzito" a causa di un corto circuito durante il combattimento contro Hibari, non sapendo che al suo interno vi fosse il Nono, Timoteo, in fin di vita, usa quel poco di energia che gli resta per imprimere una fiamma sulla fronte di Tsuna, che risveglia in lui ricordi passati. I particolari dello "Scandalo della Culla" vennero rivelati nella battaglia tra Tsuna e Xanxus. Attualmente, Timoteo è vivo e sta bene, e si è recato in Giappone con i suoi guardiani per dare inizio alla cerimonia della successione di Tsuna come Decimo boss. Usa uno scettro ricoperto dalla Fiamma del Coraggio di Morire come arma.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.